Hai dimenticato di rinnovare il ticket per l’ingresso della Ztl e in pochi giorni hai accumulato un sacco di sanzioni con cifre a tre zeri? Adesso arriva la proposta di due consiglieri: una sanatoria per gli automobilisti smemorati. L’obiettivo è contenere l’onere economico a carico dei cittadini “vittime” di banali dimenticanze e definire un percorso che consente di sanare questo tipo di situazioni con un’unica sanzione amministrativa seguendo l’esempio già adottato dal Comune di Modena. L’idea porta la doppia firma di Marcello Susinno (consigliere comunale di Sinistra Comune) e Antonio Nicolao, vicepresidente della prima circoscrizione (Mov. 139).

I due consiglieri hanno inviato a Leoluca Orlando la richiesta di modifica della delibera per uniformarsi a quanto già adottato dal Comune modenese che dà 90 giorni di tempo per sanare eventuali accessi irregolari dovuti a dimenticanza prevedendo in tal caso l’applicazione di un’unica sanzione senza far incorrere consegueuemente gli automobilisti in accumuli di multe.

“Molti cittadini si stanno trovando in questi mesi subissati da decine di multe, la modifica di quanto già deliberato – dicono Susinno e Nicolao – potrebbe essere il percorso più praticabile in quanto l’eventuale ricorso al giudice di pace nonostante una giurisprudenza orientata nel condannare l’automobilista ignaro a pagare una sola multa, imporebbe il ricorrente al pagamento del contributo unificato di 43 euro per ogni singola sanzione. Mentre l’eventuale ricorso al prefetto esporrebbe i ricorrenti nell’ipotesi di un mancato accoglimento, ad un raddoppio della sanzione. Per questo auspichiamo che il sindaco si faccia carico di risolvere il caso nel quale sono incappati involontariamente tanti residenti della prima circoscrizione”.

Ma a quanto ammonta nel Comune di Modena l’unica sanzione amministrativa? Va da 100 euro più spese di notifica, se si paga il ticket entro il trentesimo giorno dopo la scadenza; da 160 euro più spese di notifica, se si paga tra il 31° e il 45° giorno. Per i ritardatari, entro i 45 giorni, non sarà quindi necessario il pagamento di tutte le sanzioni accumulate entrando in Ztl, spesso più volte al giorno. Si fa leva insomma sulla “buona fede” degli automobilisti.