Buone notizie per gli oltre duemilaottocento ex Pip. “Abbiamo incontrato il dirigente del dipartimento Lavoro della Regione, Antonio Parrinello, il quale ci ha garantito che non ci sarà alcuna interruzione dei servizi svolti dai Pip. È stata, infatti, prorogata la convenzione con l’Inps, la cui scadenza era prevista per il 31 dicembre prossimo”. Lo annuncia Mimma Calabrò, segretario generale Fisascat Cisl Sicilia.

“Garantita – secondo quanto rende noto il sindacato – anche la copertura Inail. Le opportune comunicazioni e rassicurazioni saranno trasmesse agli enti presso cui i lavoratori svolgono il loro servizio. Garanzie sono state fornite anche sulla copertura finanziaria per l’erogazione del sussidio straordinario. Pertanto, dal 1 gennaio 2018, non vi sarà alcuna interruzione dei servizi”.

“Adesso bisogna pensare al futuro – continua Mimma Calabrò -. La prima emergenza è quella di rivedere le modalità di erogazione del sussidio che comporta continui ritardi con enormi disagi peri lavoratori e le loro famiglie. Sarà necessario, una volta e per tutte, mettere ordine alle norme, alle circolari e alle varie interpretazioni delle stesse che spesso generano confusione a discapito degli ex Pip che vivono, già da diciotto anni, una pesante situazione di precariato caratterizzata da pochi diritti e molti doveri conquistati con grandi sacrifici nel tempo. Il nuovo governo regionale deve prendere un impegno definitivo affinché sia garantito il loro futuro occupazionale. Non è più consentito temporeggiare: i lavoratori devono essere inseriti in un percorso virtuoso di stabilizzazione. Non si può andare avanti così. Noi siamo pronti a sederci attorno a un tavolo per trovare le opportune soluzioni”.