Un pulmino speciale, la solidarietà a Terrasini : Monica Messina è tra i promotori di “Un pulmino speciale“, la gara di solidarietà organizzata a Terrasini per acquistare un mezzo di trasporto per ragazzi diversamente abili. La raccolta fondi è in corso, e venerdì sarà il pretesto per ritrovarsi ad una serata di musica e animazione.

Una serata di beneficenza per raccogliere i fondi che saranno destinati all’acquisto di un pulmino omologato al trasporto dei bambini disabili: ecco Un Pulmino Speciale, il prossimo 26 gennaio alle ore 20.30, presso il Giardino dei Sogni a Terrasini.

Nel corso della serata ci sarà un giro-pizza, giochi a premi, e uno spettacolo di cabaret. Parteciperanno il quartetto lirico Il Sogno e l’attore Dario Veca.

Un pulmino speciale, la solidarietà a Terrasini

Un pulmino speciale, la solidarietà a Terrasini

La serata di beneficenza è organizzata dall’Associazione Alba. “Siamo stati contattati dal padrone di casa di una famiglia con un bambino affetto da distrofia muscolare”, racconta il presidente dell’associazione, Monica Messina. “Abitano lontano dalla scuola media e, con l’aggravarsi della patologia del piccolo, avranno sempre più difficoltà nel portarlo a scuola. Abbiamo subito cercato una soluzione per questa famiglia”.

Inizialmente si era pensato di utilizzare un vecchio scuolabus che era stato offerto dal vecchio proprietario ma questo, anche con alcuni interventi, non poteva essere omologato per il trasporto disabili. Ecco quindi l’esigenza di acquistarne uno, anche di seconda mano.

“Ci servono circa 8 mila euro – continua Monica Messina – e abbiamo già raccolto circa 1.600 euro tra una prima serata organizzata a dicembre e alcune donazioni che sono state fatte da alcuni professionisti e dai parroci della zona. Una donazione è arrivata anche da Roma e una, addirittura, dagli Stati Uniti”.

Si attende anche l’aiuto del Comune di Terrasini. “Purtroppo per una formalità il Comune non è in grado di mantenere gli impegni assunti a suo tempo e speriamo che il sindaco riesca a trovare le risorse come già fatto per altre attività ludiche. Il pulmino potrebbe servire a tutte le famiglie con figli disabili che hanno difficoltà a portarli a scuola. Si tratta – conclude Monica Messina –  di un servizio di pubblica utilità e l’obiettivo è quello di acquistarlo entro giugno, in tempo per il prossimo anno scolastico”.