Ad Alcamo Marina, circa 500 mt ad ovest del piazzale Battigia, sono stati rinvenuti dei tubi neri sospetti . Il mare era nero e nella zona c’era un cattivo odore. Subito si è pensato ad uno scarico fognario abusivo. Sui luoghi sono intervenuti i vigili urbani del nucleo ambientale , la Capitaneria, L’ASP locale e L’ARPA. Con i mezzi del comune – scrive l’assessore Vittorio Ferrosono state fatte delle verifiche e apparentemente sembra che i tubi fossero solo dei rifiuti sepolti dalla sabbia. Per quanto riguarda il colore della spiaggia e del mare pare sia legato ad un fenomeno naturale di putrefazione delle alghe. Durante le operazioni con i mezzi meccanici infatti è emerso un materiale nero che sprigionava un cattivo odore intenso simile a quello degli scarichi fognari. Ad una vista ravvicinata però si potevano rilevare tutti i filamenti delle alghe.” Per fugare ogni dubbio , il personale intervenuto ha effettuato dei prelievi delle acque per le opportune verifiche. ” In attesa di avere delle risposte certe da parte della Capitaneria e soprattutto dall’ARPA – scrive ancora Fwerro – l’area è stata transennata. Ribadisco quindi che in questo momento l’ipotesi dello scarico, fortunatamente, non sembra essere accreditata.”