Spaccio e detenzione di cocaina, lo chef Mario Di Ferro patteggia la condanna a quattro anni

Lo chef Mario Di Ferro ha patteggiato davanti al Gip Marco Gaeta una condanna a quattro anni per detenzione e spaccio di cocaina. Considerato il periodo di carcerazione ai domiciliari durante le indagini preliminari, gli restano tre anni e mezzo da scontare. L’avvocato Claudio Gallina Montana chiederà per lui l’affidamento in prova.

Attualmente Di Ferro, che ha seguito un percorso di disintossicazione dalla droga, ha l’obbligo di rientrare a casa dalle 21 fino alla mattina successiva. Il procuratore aggiunto Paolo Guido e il sostituto Giovanni Antoci hanno dato parere favorevole al patteggiamento. Previsto anche il pagamento di una multa da 20mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto