Al teatro Jolly di Palermo dal 12 al 21 gennaio andrà in scena Quattro atti da cani. La nuova pièce scritta a quattro mani da Giovanni Nanfa e Antonio Pandolfo che ne firma anche la regia.

Stavolta i protagonisti dei quattro atti sono i ladri, immaginati nei luoghi più disparati come la strada, un salone di casa, una gioielleria e la sala d’aspetto di un furbo chirurgo plastico. Il gioco teatrale, grazie all’esperienza del cast, passa in rassegna le vicissitudini dei quattro furfanti in modo così originale e imprevedibile che i ruoli si confondono trasformando i delinquenti in vittime della sagacia di gente molto astuta.

Lo sviluppo articolato dell’azione riesce a reggere per tutto un atto l’equivoco di un carabiniere (Giuseppe Giambrone) che scambia la vittima (Marco Manera) per il ladro (Pandolfo) con quest’ultimo, sorpreso, che si sente quasi leso nella sua professionalità. Irresistibile l’apologia della professione del ladro, pronunciata dalla moglie (Mary Cipolla) che riesce a spacciarla come il “sogno italiano”.

“Quattro atti da cani” debutta al Teatro Jolly

Stefania Blandeburgo, “circondata” da quattro comici dà prova della sua innata propensione a passare con disinvoltura dai ruoli drammatici a quelli brillanti. Il ritmo è affidato alla verve di Giambrone e Manera, per la prima volta insieme sulla scena, che vivacizzano i dialoghi con il loro noto dinamismo. Cipolla e Pandolfo, da esperti mattatori, riescono a rendere comici persino i dettagli, la prima con la sua capacità di gestire la scena dettando i tempi, il secondo molto abile nel trasformare il ruolo del ladro in un guazzabuglio di simpatia e comicità.

Le scene sono affidate a Vittorio Ienna, le luci a Francesco Piscopo e Rino Carnovale è il responsabile del suono. La regia di Antonio Pandolfo è agevolata dalla coincidenza di avere calcato le scene per anni con gli altri quattro protagonisti dei quali conosce bene pregi e caratteristiche. Il costo di ogni singolo spettacolo è di € 18,00 l’intero e di € 16,00 il ridotto. Tutti gli spettacoli vanno in scena dal venerdì alla domenica nei seguenti turni: Venerdì 21.15 , sabato 17.30 e 21.30, domenica 18.00.