Prestò l’identità al boss Messina Denaro, arrestato Bonafede

PALERMO (ITALPRESS) – I carabinieri del Ros hanno arrestato Andrea Bonafede, 59 anni, geometra di Campobello di Mazara. Si tratta dell’uomo che avrebbe prestato l’identità al boss Matteo Messina Denaro. Deve rispondere di associazione mafiosa. L’ordinanza è stata firmata dal gip del Tribunale di Palermo su richiesta del procuratore capo Maurizio de Lucia e dell’aggiunto Paolo Guido.
Bonafede avrebbe procurato il falso documento all’ex latitante,
insieme alla falsa tessera sanitaria utilizzata per la
chemioterapia, ed avrebbe anche acquistato la casa utilizzata dal
boss nell’ultimo periodo e la “Giulietta” che risulta intestata
alla madre 87enne.
credit photo agenziafotogramma.it
(ITALPRESS).