Questa mattina il Generale di Brigata Riccardo Galletta, Comandante della Legione Carabinieri Sicilia, in visita privata, ha reso omaggio alle vittime della mafia al Giardino della Memoria, di via Ciaculli a Palermo, nel sito confiscato alla mafia e gestito da UNCI e ANM. Il Generale di Brigata Galletta ai primi di settembre lascerà il Comando della Legione dell’isola, per assumere un altro importante incarico in seno all’Arma.Nel corso della visita odierna, ad accogliere il Generale Galletta il vice-presidente nazionale dell’UNCI, Leone Zingales. L’alto Ufficiale si è soffermato per un momento di riflessione, tra gli altri, davanti agli alberi che ricordano i Giudici Falcone e Chinnici, il Presidente della Regione Siciliana, Piersanti Mattarella, il Prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa, il Beato Giuseppe Puglisi e il Commissario Giuseppe Montana. “Avevo reso omaggio a tutte le vittime della mafia, qui a Ciaculli, all’indomani del mio insediamento alla Legione Carabinieri Sicilia – ha osservato il Generale Galletta – e oggi, che mi appresto a lasciare questa bellissima terra, rinnovo il mio doveroso saluto a tutti i caduti: carabinieri, poliziotti, magistrati, giornalisti, sindacalisti, politici, imprenditori e religiosi che hanno speso la loro vita per la legalità e la giustizia. Un sincero grazie ai cronisti e ai magistrati che qui a Ciaculli svolgono un ruolo importante”. “Ringraziamo il Generale Galletta – ha sottolineato il vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales –per avere ricordato tutte le vittime della mafia, qui a Ciaculli, a conclusione del suo impegno in Sicilia. Gli alberi che dedichiamo alle vittime rappresentano il simbolo della natura che mette radici per un futuro migliore. Al Generale Galletta auguriamo i migliori successi nella sua prossima esperienza professionale”

Giardino della Memoria