Palermo: Alessandra Ballarò, è stata condannata a 18 anni di reclusione dal giudice per l’udienza preliminare Fabrizio Anfuso al termine il processo celebrato con rito abbreviato. Per la donna l’accusa era di omicidio aggravato dai futili motivi . il Pm aveva chiesto l’ergastolo. Il 7 ottobre scorso, in una piazzetta dell’Arenella dopo l’ennesima lite fra due gruppi familiari i Ballarò e i Bua, scatenato dall’acquisto di un immobile, Alessandra Ballarò rientrò in casa  impugnò una pistola e aprì il fuoco uccidendo Leonardo Bua e ferendo al fianco il fratello Giuseppe. Gli investigatori durante i primi rilievi, hanno scoperto che in un vaso nel balcone di casa dei Ballarò c’era nascosta una telecamera di un sistema di videosorveglianza. Nella memoria dell’hard disc erano impresse le tragiche immagini della lite e dell’omicidio . Messa di fronte all’evidenza dei fatti Alessandra Ballarò ha confessato la propria responsabilità e la dinamica dei fatti.