Ocean Viking a Tolone ma la Francia fa la voce grossa

La Ocean Viking, la nave di Sos Méditerranée con 230 migranti a bordo, è arrivata questa mattina nel porto di Tolone nella base navale militare. I migranti verranno sottoposti a visita medica e poi le autorità francesi avvieranno le procedure per la presentazione delle domande di asilo. Secondo il ministro dell’Interno, Gérald Darmanin, un’ottantina di migranti potrebbero già in giornata essere affidati alla Germania, che si è accordata con la Francia per farsene carico. In particolare, nove paesi europei si sono impegnati ad accogliere i due terzi dei migranti. Tra questi Croazia, Romania, Bulgaria, Lituania, Malta, Portogallo, Lussemburgo e Irlanda. Darmanin ha anche eso noto che i rifugiati che saranno accolti saranno quelli “compatibili con la richiesta di asilo”, ribadendo che “coloro che non potranno ottenere l’asilo ripartiranno direttamente verso il loro paese di origine”. Già ieri sera il ministro francese aveva tuonato: “A seguito dell’accoglienza della nave Ocean Viking in Francia dopo il rifiuto italiano, è chiaro che ci saranno conseguenze estremamente gravi per le nostre relazioni bilaterali”. Inoltre “la Francia adotterà, nelle prossime ore, misure di rafforzamento dei controlli alle nostre frontiere interne con l’Italia. Il rafforzamento delle nostre frontiere mostrerà che, sfortunatamente, possiamo impedire un certo numeri di passaggi dalla frontiera italiana”. Darmanin, ha deplorato il comportamento “inaccettabile” dell’Italia, che non ha fatto attraccare in uno dei suoi porti la Ocean Viking con i suoi migranti a bordo, quando “era, senza alcun dubbio, nell’area di ricerca e soccorso italiana”. (ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it-

MODULO CONTATTO