L’Inter espugna il ‘Franchì, Fiorentina ko 4-3

FIRENZE (ITALPRESS) – L’Inter espugna il ‘Franchì di Firenze grazie ad una rete al 95′ di Mkhitaryan al termine di una sfida che i nerazzurri hanno rischiato di buttare via per ben due volte. Il numero 22 ospite regala una gioia ai suoi quando la sfida era stata da poco riacciuffata per la seconda volta di fila da una Fiorentina generosa ma sprecona. Per Skriniar e compagni tre punti che arrivano al termine di una partita folle e davvero senza logica. L’Inter sembra indirizzare una prima volta la gara a proprio favore già nei 15′ iniziali sfruttando al meglio due errori di Dodò, uno una mancata diagonale difensivo, con la complicità di una palla persa su lancio errato di Biraghi, con assist di Lautaro per Barella, l’altra per un controllo errato a centrocampo dell’esterno difensivo brasiliano che apre la strada al numero 10 nerazzurro che salta Martinez Quarta e fa zero a due. La Fiorentina è sotto shock per il doppio svantaggio e per aver perso già al 7′ Nico Gonzalez per infortunio, e serve solo un episodio per riaprire la gara che arriva al 31’ quando Bonaventura viene steso in area da Dimarco al momento di calciare a rete. L’arbitro Valeri non estrae il rosso per l’esterno sinistro dell’Inter ma dopo consulto Var assegna il rigore che Cabral realizza riaccendo il ‘Franchì. La partita diventa nervosa, spezzetta, con tanti sbagli su entrambi i fronti e poca fluidità, cui contribuisce il direttore di gara che si fa travolgere dagli animi tesi dei 22 in campo. La Fiorentina pareggia poco prima dell’ora di gioco con Ikonè che raccoglie un assist perfetto dalle retrovie di Kouame, ubriaca di finte Acerbi e batte Onana. Ottima la scelta di Italiano ad inizio ripresa di passare ad un 4-2-3-1 con l’inseriment di Jovic per Duncan ad aumentare l’incisività offensiva dei suoi. A tenere in vita la Fiorentina serve però anche e soprattutto un Terracciano in grande forma che dice no prima a Lautaro e poi a Barella poco prima del cambio da parte di Inzaghi dei due esterni di centrocampo. Nulla può però l’estremo difensore gigliato sul rigore assegnato, anche stavolta dopo consulto Var, da parte di Valeri, per fallo subito dal Toro proprio da Terracciano. Potrebbe essere finita ma ancora una volta la Fiorentina ha la forza di riacciuffarla, stavolta con Jovic, allo scoccare esatto del 90′, col serbo che sfrutta al meglio il primo angolo viola di tutta la partita. E’una illusione quella gigliata perchè Mkhitaryan manda in estasi i suoi al 95’ su una palla che gli carambola addosso su sfortunato rinvio di Venuti. I tifosi nerazzurri possono fare festa, il resto del ‘Franchì rimane ammutolito.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

MODULO CONTATTO