Nel caos Ztl entra anche la “questione disabili”. Dopo le migliaia di multe inflitte adesso spunta pure il caso delle contravvenzioni elevate ai diversamente abili, che, sulla carta godrebbero del diritto di circolare liberamente dentro il perimetro della zona a traffico limitato. Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc, questa mattina ha inviato una nota alla Sispi (gestisce i pass auto) e all’Amat (gestisce la lista bianca delle automobili ammesse a circolare dentro la Ztl).

Orlando: “Ztl gratis per i disabili”

“Ho chiesto di conoscere sia il numero dei pass auto rilasciati ai disabili sia l’elenco delle automobili inserite nella cosiddetta lista bianca – attacca Sabrina Figuccia -. Ebbene, sembrerebbe che sia la Sispi che l’Amat non riescono a collegare i rispettivi elenchi, tanto che i disabili possessori del pass devono provvedere annualmente a rinnovare l’iscrizione nella lista bianca, un passaggio che invece dovrebbe essere automatico”.

Un caso sollevato anche da Franco Mancuso, che a PalermoToday sottolinea: “Il pass Ztl per i disabili in teoria sarebbe dovuto essere gratis ma il problema sorge alla sua scadenza. Se un disabile dimentica di rinnovarlo arrivano i verbali da pagare. Invece nelle altre città d’Italia il pass è continuativo senza scadenza. Non solo io, ma diverse persone hanno subìto questa fregatura”.

L’inghippo nascerebbe dunque dal mancato collegamento tra le due banche dati. “Un problema – ha aggiunto Sabrina Figuccia – che sta provocando una gran mole di multe, assolutamente illegittime, che però, per essere revocate, costringeranno i disabili e le loro famiglie ad intraprendere una battaglia legale con il Comune, con ulteriore aggravio di costi e di lungaggini burocratiche. Insomma, invece di facilitare chi è già in grave difficoltà, la burocrazia comunale dimostra ancora una volta tutta la propria ottusità. Mi auguro che si trovi al più presto una soluzione per annullare le tante multe ingiustamente inflitte ai disabili”.