Il Torino vince 2-1 a Udine, decide Pellegri

UDINE (ITALPRESS) – Colpaccio del Torino che espugna la Dacia Arena. All’Udinese non basta Deulofeu, le reti di Ola Aina e Pellegri valgono il successo granata. Sottil sceglie Success e Deulofeu, parte dalla panchina Beto così come Sanabria, sacrificato da Juric che lancia Vlasic e Miranchuk a sostegno di Pellegri. Comincia meglio il Torino, pericoloso con un sinistro di Miranchuk dal limite dell’area: Silvestri respinge il tiro dell’ex Atalanta, Lukic non riesce a coordinarsi e manda alto il suo tap-in. Non serve aspettare molto però per assistere al vantaggio granata. Al 14′ Vlasic semina il panico sulla corsia mancina e mette al centro un pallone che Miranchuk accomoda per Ola Aina: chirurgico piatto rasoterra del nigeriano e sfera in buca d’angolo sul secondo palo. L’Udinese reagisce e Deulofeu calcia a giro dai 20 metri, destro fuori ma non di molto. Sono le prove generali del pareggio che lo spagnolo troverà poco dopo approfittando di un’ingenuità della retroguardia del Toro. E’ Zima a sbagliare in uscita servendo di fatto Udogie che scappa via e regala a Deulofeu sotto porta il più facile dei palloni. Prima dell’intervallo per i padroni di casa anche una chance su punizione: svetta il solito Bijol, Milinkovic-Savic para con qualche brivido.
La spinta friulana cresce in avvio di ripresa ed è bravo il portiere ospite a sbarrare la strada a Deulofeu, presentatosi minaccioso in area di rigore. Sottil getta nella mischia Arslan, Lovric e Beto ma l’ingresso che si fa sentire è quello di Radonjic nel Torino: il serbo con un bel tocco al volo premia la corsa di Pellegri, l’ex Monaco ruba il tempo a Bijol e fulmina sul primo palo Silvestri. L’Udinese accusa il colpo e Radonjic da fuori manda di poco alto sopra la traversa aprendo a un finale ricco di emozioni: nel recupero Beto schiaccia a lato di testa, il neoentrato Karamoh si divora in contropiede il colpo del ko e c’è quindi un’altra chance per Beto che trova sulla sua strada un prodigioso intervento di Milinkovic-Savic. Dopo il ko in Coppa Italia con il Monza i bianconeri alzano di nuovo bandiera bianca, per i granata c’è una vittoria esterna che mancava da fine agosto.

– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

Il Torino vince 2-1 a Udine, decide Pellegri

UDINE (ITALPRESS) – Colpaccio del Torino che espugna la Dacia Arena. All’Udinese non basta Deulofeu, le reti di Ola Aina e Pellegri valgono il successo granata. Sottil sceglie Success e Deulofeu, parte dalla panchina Beto così come Sanabria, sacrificato da Juric che lancia Vlasic e Miranchuk a sostegno di Pellegri. Comincia meglio il Torino, pericoloso con un sinistro di Miranchuk dal limite dell’area: Silvestri respinge il tiro dell’ex Atalanta, Lukic non riesce a coordinarsi e manda alto il suo tap-in. Non serve aspettare molto però per assistere al vantaggio granata. Al 14′ Vlasic semina il panico sulla corsia mancina e mette al centro un pallone che Miranchuk accomoda per Ola Aina: chirurgico piatto rasoterra del nigeriano e sfera in buca d’angolo sul secondo palo. L’Udinese reagisce e Deulofeu calcia a giro dai 20 metri, destro fuori ma non di molto. Sono le prove generali del pareggio che lo spagnolo troverà poco dopo approfittando di un’ingenuità della retroguardia del Toro. E’ Zima a sbagliare in uscita servendo di fatto Udogie che scappa via e regala a Deulofeu sotto porta il più facile dei palloni. Prima dell’intervallo per i padroni di casa anche una chance su punizione: svetta il solito Bijol, Milinkovic-Savic para con qualche brivido.
La spinta friulana cresce in avvio di ripresa ed è bravo il portiere ospite a sbarrare la strada a Deulofeu, presentatosi minaccioso in area di rigore. Sottil getta nella mischia Arslan, Lovric e Beto ma l’ingresso che si fa sentire è quello di Radonjic nel Torino: il serbo con un bel tocco al volo premia la corsa di Pellegri, l’ex Monaco ruba il tempo a Bijol e fulmina sul primo palo Silvestri. L’Udinese accusa il colpo e Radonjic da fuori manda di poco alto sopra la traversa aprendo a un finale ricco di emozioni: nel recupero Beto schiaccia a lato di testa, il neoentrato Karamoh si divora in contropiede il colpo del ko e c’è quindi un’altra chance per Beto che trova sulla sua strada un prodigioso intervento di Milinkovic-Savic. Dopo il ko in Coppa Italia con il Monza i bianconeri alzano di nuovo bandiera bianca, per i granata c’è una vittoria esterna che mancava da fine agosto.

– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

MODULO CONTATTO