Tutti i giocatori del Palermo e i membri dello staff hanno ricevuto oggi allo stadio Renzo Barbera il vaccino contro il Covid, mentre continuano i preparativi per l’imminente partenza del gruppo squadra per il ritiro rosanero in Campania. L’Asp di Palermo, che già dalla scorsa settimana ha avviato una capillare campagna vaccinale anche nelle scuole, ha impegnato allo stadio una equipe composta da medici, infermieri e personale amministrativo, con cui ha collaborato lo staff medico rosanero, sotto la guida del responsabile sanitario Roberto Matracia e del medico della prima squadra Giuseppe Puleo. Dopo la somministrazione della dose ai giocatori è stato rilasciato il certificato con il Qr code, necessario per poi ricevere il Green Pass. “L’Asp di Palermo va incontro ai cittadini raggiungendoli nei centri della provincia, nei luoghi di aggregazione, nelle scuole e adesso anche nelle strutture sportive – ha sottolineato il Direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni – abbiamo prontamente risposto alla richiesta della squadra rosanero ed auspichiamo che l’esempio dei giocatori possa essere seguito presto da tanti tifosi. Solo vaccinandoci potremo tornare a riempire gli stadi sostenendo la squadra del cuore. La speranza è che non si debba più assistere a partite a porte chiuse, ma con la presenza numerosa, colorata ed appassionata dei tifosi. Per tornare a vivere uno spettacolo completo e coinvolgente, bisogna, però, vaccinarsi per raggiungere prima possibile l’immunità”. “La collaborazione con l’Asp di Palermo, a cui vanno i nostri sentiti ringraziamenti, è una dimostrazione concreta del fatto che solo facendo sinergia si può contrastare la pandemia. I giocatori del Palermo sono un punto di riferimento per un’intera comunità di tifosi e cittadini: il loro esempio può e deve essere un contributo a promuovere la campagna vaccinale nell’interesse di tutti”, ha dichiarato l’amministratore delegato del Palermo Rinaldo Sagramola. L’Azienda sanitaria del capoluogo si è detta disponibile a recarsi con le proprie strutture vaccinali itineranti in tutte le realtà sportive che praticano attività con ragazzi di età pari o superiore a 12 anni di età. Basterà inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica [email protected] per poi essere contattati dal personale dell’Asp che concorderà data e modalità di intervento.
(ITALPRESS).