Sabato 23 dicembre, la visita guidata “I Florio. La stagione liberty a Palermo”. Il raduno è fissato alle ore 9.15 presso l’ingresso di villino Florio, in viale Regina Margherita, 38.

C’era una volta, nel cuore della Conca d’oro, la bella e ridente Floriopoli, la corte di una delle famiglie più ricche e potenti del vecchio continente. È l’inizio di una delle più belle favole italiane, la storia dei Florio, una delle dinastie più potentie influenti della tradizione storica della città. Un racconto che abbraccia due secoli di e che viene raccontata ne “I Florio. La stagione Liberty a Palermo”,la visita guidata dedicata alla stagione liberty palermitana.

La visita ai fastosi e, insieme, fiabeschi interni di villino Florio all’Olivuzza, scenario di incontri con personaggi eccellenti da Guglielmo II allo Zar Nicola I, sarà teatro di un viaggio che condurrà i partecipanti sulle tracce di una Palermo d’antan, dei ridenti anni della Belle Époque, caratterizzati da un fermentoculturale e artistico che, a cavallo tra Ottocento e Novecento, fece della città una delle più interessanti e vivaci metropoli europee.

Gioiello architettonico di straordinaria bellezza, con i suoi splendidi decori floreali e la torretta che rimandano ai castelli francesi miscelati in un capolavoro di originalità, villino Florio racchiude in sé i più rappresentativi esempi delle nuove tendenze artistiche che avrebbero, di lì a poco, decretato Palermo come nuova capitale del liberty italiano, grazie anche alle perle di artisti come Ettore De Maria Bergler e Vittorio Ducrot.

Al termine della spiegazione artistica seguirà, a cura di Flavia Corso, la parte letteraria incentrata sulla storia della famiglia Florio, arricchita da curiosi aneddoti e sfiziose curiosità. Il contributo di partecipazione è di 5 euro (soci Tacus) e di 6 euro (non tesserati), comprensivo di guida turistica autorizzata. L’evento organizzato da Tacus è aperto a tutti previa prenotazione obbligatoria da effettuarsi telefonicamente.