Da Torino a Palermo il futurismo ri-unisce l’Italia. Da diverse città italiane vari artisti accettano l’invito del futurista siciliano Antonino Gaeta che, in occasione dell’anniversario della fondazione del movimento, lancia un nuovo invito agli artisti italiani riuniti il 15 dicembre presso casa d’arte futurista Artè a Palermo, per vivere insieme un nuovo momento sinergico, che non cerca proselitismo ma coesione nel mondo della cultura richiamando a sé le diverse espressioni artistiche, pittura, poesia, musica, ceramica, designer, teatro, in una nuova possibile sinergia consapevole. L’arte unica igiene del mondo!

Tutto pronto, quindi, per l’anniversario della fondazione di casa d’arte futurista Artè, la prima del terzo millennio a Palermo. Si celebrerà il terzo anniversario della fondazione del nuovo movimento futurista siciliano contemporaneo ed il primo della fondazione di casa / studio futurista Artè fondata dall’artista e presidente del movimento Antonino Gaeta. La manifestazione, con il patrocinio gratuito del Comune di Palermo, si svolgerà, sabato 15 dicembre dalle ore 18.30 fino alle ore 22 nella casa d’arte futurista Artè.

L’occasione, come di consueto, sarà motivo di incontro, di nuove sinergie umane ed artistiche in piena missione del nuovo movimento che vuole rilanciare la possibilità di riportare l’arte e la cultura in una dimensione social. “L’arte si ri-incontra nei propri luoghi”. Studio futurista Artè propone come intento principale una rieducazione alla fruizione delle espressioni creative e alla condivisione e, perché no, ad uno scontro culturale se necessario che riporti gli operatori culturali ad una nuova sfida incoraggiando l’incontro tra artisti e pubblico nei propri luoghi quotidiani dell’arte stessa.

Per tanto, così come afferma lo stesso gaeta, classe ’76, allievo del maestro Franco Nocera, formatosi nella scuderia della Galleria Prati di Palermo, studio futurista, da luogo privato, vuol essere spazio di interazione sociale ed artistica, divenendo luogo di menti libere e audaci che vogliono fare della propria espressività un mezzo di incontro e crescita comune, per ridare un nuovo slancio ai valori estetici socioculturali della nostra contemporaneità.

Anche quest’anno la manifestazione gratuita dal titolo A4 formato futurista, prevede la partecipazione di diversi artisti locali e nazionali che esporranno le proprie creazioni, dalla pittura alla grafica, dalla ceramica alla videoart e li vedrà partecipi in un intento sinergico che si manifesterà nelle diverse espressioni della capacità creativa. Aprirà la serata futurista il discorso di benvenuto del presidente del movimento Antonino Gaeta. Seguirà l’intervento della dottoressa Chiara Fici con la lettura del manifesto futurista del 20 febbraio 1909. Interverrano il maestro Franco Nocera e il poeta editore Tommaso Romano, ospiti d’onore della serata.