Utilizzavano i minori migranti ospiti nella comunità di Borgetto e li avrebbero sfruttati nei campi e nelle pizzerie della zona. Il gip del Tribunale di Palermo Guglielmo Ferdinando Nicastro ha firmato otto misure che impongono l’interdizione dall’esercizio di attività nel settore alberghiero e della ristorazione, nel settore delle attività agricole e nel settore delle attività di accoglienza dei minori. I provvedimenti sono stati notificati a Vincenzo Alduina, residente a Borgetto, 49 anni, titolare della pizzeria La Sorgente di Borgetto. Giuseppe Criminisi, 37 anni, nato ad Agrigento residente a Palermo, psicologo responsabile della Comunità New River, Giuseppe Mario Di Bella, 55 anni agricoltore di Partinico, Francesco Lo Baido, 37 anni, agricoltore di Partinico, Pietro Lo Baido, 82 anni, agricoltore Partinico, Antonino Lombardo, 79 anni, titolare dell’immobile dove si trova la comunità New River, Maria Teresa Lombardo, 51 anni, titolare della pizzeria News River, Carmelo Meli, 42 anni, amministratore della cooperativa Esse Quadro.
L’attività investigativa prende spunto da una segnalazione fatta a personale della Sezione di P.G. della Polizia di Stato in servizio presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo, sulle precarie e disagiate condizioni di vita in cui versavano alcuni minori stranieri non accompagnati, ospiti della comunità “New River di Borgetto (Pa), gestita dalla Cooperativa Sociale EsseQuadro, con sede in Dicomanno (FI), avente sede operativa in San Giuseppe Jato (PA), e rappresentata e amministrata dall’odierno indagato Meli.
L’attività d’indagine, immediatamente avviata, che si è avvalsa anche di intercettazioni telefoniche, e coordinata dai Pubblici Ministeri della locale Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario, si è concentrata con l’audizione dei minori ospiti della Comunità che, alla costante presenza di una psicologa e di interpreti di lingua francese e inglese, hanno confermato integralmente l’ipotesi investigativa avanzata da quest’ufficio. In maniera particolare, due dei ragazzi di nazionalità nigeriana, riferiva di essere stato costante impiegato presso la pizzeria La Sorgente, gestita da Vincenzo Vincenzo Alduina e Maria Teresa Lombardo, genero e figlia di Lombardo Antonio, titolare dell’immobile dove è ubicata comunità New River, percependo una paga di 50/60 euro a settimana, Le audizioni di altri minori, hanno permesso di accertare che la mattina, gli stessi, erano prelevati da Francesco Lo Baido Francesco, Pietro Lo Baido e Giuseppe Di Bella, imprenditori agricoli operanti nel territorio di Partinico e Borgetto, per esser impiegati in duro lavoro agricolo nelle loro tenute, percependo per tutto il giorno la somma di E.12.50 Euro, a fronte della paga prevista dal CCNL che l’erogazione di 5.71 E. per ora di lavoro.

È stato altresì accertato, che anche Antonino Lombardo, titolate dell’immobile dove si trovava la comunità New River, ha impiegato dei minori ospiti, per farli lavorare nelle sue campagne.L’ispezione, condotta dal personale della Sezione di P.G. della Procura minorile, espletata con la collaborazione dell’ASP, ha inoltre evidenziato un deficit igienico- sanitario all’interno della Comunità New River nonché, una grave carenza di rifornimenti alimentari e di acqua, costringendo, spesso, cosi come dichiarato da molti minori, a riempire dei bidoni d’acqua in una fontana, esponendoli anche a greve rischio per la loro incolumità, atteso che gli stessi dovevano camminare nella strada statale, priva di marciapiede, per raggiungere la fontana , sita a circa un chilometro.Considerato che gli elementi probatori raccolti, dimostrano la piena consapevolezza nell’illecita attività in esame da parte di tutti gli indagati, il gip del Tribunale di Palermo, in data 26 luglio 2018 ha disposto per Lombardo, l’Alduina e  Maria Teresa Lombardo , la misura interdittiva della durata di dodici mesi di attività inerenti imprese o uffici direttivi di persone giuridiche ed imprese commerciali nel settore alberghiero e della ristorazione; per Criminisi Giuseppe e Meli Andrea Carmelo, la misura interdittiva della durata di dodici mesi di attività inerenti imprese o uffici direttivi di persone giuridiche ed imprese commerciali nel settore dell’accoglienza dei minori; per il Di Bella Giuseppe Mario Lo Baido Giuseppe e lo Baido Pietro, la misura interdittiva della durata di quattro mesi di attività inerenti imprese o uffici direttivi di persone giuridiche ed imprese commerciali nel settore delle imprese agricole.Tutti i minori della comunità New River, sono stati da tempo trasferiti presso altre strutture.Sono in corso accertamenti volti a verificare la posizione dei gestori di un’altra casa famiglia, collegati agli indagati.