Cultura, arte e sport: lo Stadio Olimpico ospita l’opera di Jago

ROMA (ITALPRESS) – Nella notte dello Stadio Olimpico è stata presentata l’opera “Marmo Italiano”, realizzata dallo scultore Jago. L’evento è stato organizzato da Lega Serie A e Sport e Salute: dal 2 al 4 agosto l’opera rimarrà nell’impianto e farà parte del tour dello stadio. Il presidente della Lega Serie A Lorenzo Casini è stato tra i fautori della serata: “Abbiamo sempre promosso valori come l’integrazione e la lotta contro ogni forma di discriminazione, sia nelle scuole che tramite iniziative come questa. Oggi per noi è un esperimento per vedere come l’arte e il mondo calcio possano collaborare sempre più attivamente per rafforzare questi valori – ha spiegato Casini – Qualcuno mi ha chiesto perchè in uno stadio, ma perchè no? Abbiamo contattato Jago a maggio, temevamo che non sarebbe stato possibile, per fortuna invece aveva un’opera pronta e compatibile con le tematiche che volevamo affrontare”. Grande soddisfazione anche per Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute: “L’Olimpico è il tempio del calcio italiano che diventa un museo a cielo aperto. Oggi vogliamo lanciare un messaggio di cultura e di arte. L’opera di Jago ci insegna tanto, da questo stadio possiamo trasmettere messaggi positivi perchè con l’arte e lo sport insieme si gioca anche la partita dell’integrazione. Lo stadio può veicolare valori anche con altre iniziative: l’artista Jago ha centinaia di migliaia di followers e parla con un linguaggio nuovo ai giovani”. Per ultimo ha poi preso la parola il noto artista, che come ricordato dal presidente Casini vanta un’opera portata nello spazio durante la missione Beyond dell’ESA datata 2019: “Se ho una qualità è quella di circondarmi di persone migliori di me. Questo è un piccolo gesto: era un pezzo di marmo, tutto nasce dalla creatività. Le mostre iniziano e finiscono, ma rimane l’umanità e ce la portiamo nel cuore”, ha concluso Jago.
– foto Italpress –
(ITALPRESS).

MODULO CONTATTO