Mese: Febbraio 2021

Lukaku, Darmian e Sanchez, Inter batte Genoa 3-0

MILANO (ITALPRESS) – Il lampo di Lukaku, il diagonale di Darmian e il colpo di testa di Sanchez mettono ko il Genoa, regalando all’Inter il quinto successo consecutivo in campionato e permettendo così ai nerazzurri di consolidare il proprio primato in classifica, staccando (in attesa di Roma-Milan) di 10 punti la Juventus che ieri ha pareggiato per 1-1 sul campo dell’Hellas Verona. I rossoblù non perdevano dal 6 gennaio (2-1 con il Sassuolo), poi da quel momento 4 vittorie e 3 pareggi. Pronti via e i nerazzurri passano dopo poco più di 30 secondi di gioco: Barella lancia Lukaku, il belga triangola con Lautaro dal limite e scarica il suo destro in porta non lasciando scampo a Perin. La squadra di Conte vuole subito mettere le cose in chiaro contro i rossoblù di Ballardini e ci riprova al 6′ con Barella, ma Goldaniga salva. Il primo squillo dei liguri arriva poco dopo con Scamacca, prima, e Rovella, poi. Ma al 14′ è ancora l’Inter a sfiorare il raddoppio: azione nuovamente sull’asse Barella-Lukaku, il belga mette dentro per Darmian ma il tentativo dell’ex Manchester United si spegne sul fondo. Nerazzurri arrembanti con un Barella in forma eccezionale che al 17′ colpisce anche una traversa. Le occasioni fioccano ma il 2-0 non arriva, complice – per la formazione meneghina – anche l’ottima prestazione di Perin che neutralizza anche altri due tentavi...

Read More

L’Udinese piega 1-0 la Fiorentina, decide Nestorovski

UDINE (ITALPRESS) – Alla Dacia Arena l’Udinese batte 1-0 alla Fiorentina grazie al gol di Ilija Nestorovski nei minuti finali. La prima notizia sulla gara è il debutto della tecnologia per garantire il distanziamento sociale e favorire il ritorno del pubblico negli stadi. Ai 350 presenti nell’impianto friulano è stato dato un badge che avverte il possessore quando si sta avvicinando a un altro badge (e quindi a un’altra persona). La distanza massima consentita è di un metro. Riguardo le notizie in campo, nel primo tempo sono più i difensori a farsi notare che gli attaccanti, e l’occasione più grossa arriva dai piedi di Stryger Larsen per l’Udinese: l’esterno danese viene servito molto bene da De Paul e tenta il diagonale ma Dragowski e attento e para di piede. Entrambe le squadre sono molto compatte e non lasciano spazio all’avversario, il ritmo è compassato e i primi 45′ scivolano via così. Soprattutto tra i friulani, le assenze di Deulofeu e Pussetto si fanno sentire per la manovra offensiva.Nella ripresa le squadre sono leggermente più lunghe e di conseguenza arrivano occasioni più nitide: la prima è per la Fiorentina, con Vlahovic, che si ritrova a calciare da buona posizione, ma sul corpo di Musso. In un paio di ripartenze l’Udinese si rende pericolosa da fuori senza successo, ma l’equilibrio viene rotto definitivamente a cinque minuti dalla fine: su un cross...

Read More

Vertice M5S, Conte verso un ruolo di primo piano

ROMA (ITALPRESS) – Non c’è ancora la formula precisa, ma Giuseppe Conte avrà un ruolo di primo piano nel MoVimento 5 Stelle. Questo l’esito di un vertice che si è tenuto all’hotel Forum, a Roma, e durato circa 4 ore. Presenti, oltre allo stesso ex premier e al garante del movimento, Beppe Grillo, tra gli altri Vito Crimi, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il presidente della Camera Roberto Fico, i capigruppo al Senato e alla Camera, Ettore Licheri e Davide Crippa, l’ex Guardasigilli Alfonso Bonafede, mentre il ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli era collegato in videconferenza. Adesso si apre il fronte di una possibile modifica statutaria e dell’eventuale via libera degli iscritti tramite la piattaforma Rousseau.Proprio da Rousseau a metà febbraio era arrivato l’ok alla nuova governance, con il superamento del capo politico e l’istituzione di un direttorio a cinque.“Dobbiamo fare ora un’analisi di quello che è successo. Il vertice con Grillo è stato rapido e la soluzione è coinvolgere il presidente Conte come leader del M5S, è una buona soluzione purchè non serva a coprire i problemi e le differenze all’interno del Movimento”, ha commentato a “Mezz’ora in più” su Raitre l’ex ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, Vincenzo...

Read More

Azzi nuovo presidente della Federscherma, sconfitto Maffei

ROMA (ITALPRESS) – Paolo Azzi è il nuovo presidente della Federazione italiana scherma. Nell’assemblea riunita presso la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone” di Roma il dirigente toscano, ex vicepresidente federale, ha ricevuto 287 voti sui 421 validamente espressi, pari al 68,17%, mentre Michele Maffei ha ottenuto 134 preferenze, pari al 31,83%. “Sono veramente emozionato – ha dichiarato Azzi – è un momento particolare. Vorrei ringraziare tutti, rivolgere un saluto a Michele e ringraziarlo per il confronto. Rinnovo il saluto a Giorgio Scarso, ne prendo il testimone ed è un onere grandissimo. Farò tutto il possibile per lavorare al meglio per il bene del nostro...

Read More

Sampdoria-Atalanta 0-2, la Dea aggancia la Juventus

GENOVA (ITALPRESS) – L’Atalanta espugna il ‘Ferraris’, aggancia la Juventus (pur con una partita in più) e lancia l’ennesimo segnale per la corsa alle prime quattro posizioni. La Dea vendica l’1-3 interno dell’andata con un cinico 2-0, dimenticando le polemiche post Real Madrid e piazzando il terzo successo consecutivo in campionato. Qualche rimpianto per Ranieri, prima d’oggi vittorioso per sei volte su nove incroci contro Gasperini. I suoi uomini non riescono a legittimare un ottimo primo tempo, giocato con aggressività e un pressing portato sino alla linea difensiva degli orobici. Un paio di palloni recuperati su Toloi e Palomino costringono Sportiello a sporcare i guantoni, al 20′ invece il portiere nerazzurro esce male su corner ed è proprio Palomino a salvare quasi sulla linea su Jankto. La qualità in fase offensiva dell’Atalanta, però, non è una novità. Al 40′ Muriel lavora spalle alla porta, Malinovskyi brucia Thorsby con il primo controllo e toglie la ragnatela dall’incrocio dei pali alle spalle di Audero per l’1-0. La Samp non demorde e inizia con un buon piglio anche nella ripresa, al 50′ subisce il raddoppio di Maehle ma viene salvata da un fuorigioco dell’assist man Gosens. Intorno all’ora di gioco le due squadre cambiano i riferimenti offensivi: Gritti – in panchina al posto dello squalificato Gasperini – si affida a Pessina e offre a Ilicic la chance del riscatto dopo la prova...

Read More

ASCOLTA LA RADIO

MEDIA PARTNER

Italpress

Jcom

CC LA TORRE

Centro Metereologico Siciliano

Iscriviti alla Newsletter

[wysija_form id="1"]