CARINI – I Carabinieri della Compagnia di Carini , nel controllo di un controllo straordinario del territorio, hanno arrestato M.s, trentenne carinese già noto alle forze dell’ordine, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane era stato notato in atteggiamento sospetto dai militari, che a seguito della successiva perquisizione domiciliare hanno rinvenuto più di 80 dosi di marijuana per 125 grammi complessivi, un bilancino di precisione e vario materiale da taglio e confezionamento.Il trentenne, su disposizione dalla Procura di Palermo, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di convalida.La sostanza, che immessa sul mercato al dettaglio avrebbe fruttato più di 1000 euro, è stata posta in sequestro per essere campionata ed analizzata dal competente laboratorio del Comando Provinciale di Palermo.Nell’ambito dei controlli, nella periferia di Carini i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà R.p, un ventottenne del luogo che, a bordo della propria autovettura, aveva cercato di eludere il controllo su strada non fermandosi all’alt e concludendo la propria fuga con la collisione contro un marciapiede rialzato.I militari, insospettiti dall’atteggiamento del giovane, ne hanno perquisito l’autovettura, trovandovi, occultata fra i sedili, una mazza da baseball che il giovane portava con se’ senza alcun valido motivo. Durante le fasi dell’identificazione, è emerso inoltre che il ventottenne circolava sprovvisto della patente di guida, perché mai conseguita, e della copertura assicurativa per il veicolo. I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che la guida senza patente era già stata contestata al giovane nell’ultimo biennio, configurandosi così un vero e proprio reato punito con l’arresto fino a un anno. L’autovettura è stata posta in sequestro.