MONREALE  –  Questa sera e domani , Sabato 19 dicembre , alle 20 dal Duomo di Monreale, il prezioso tempio arabo-normanno patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’Unesco, due splendidi concerti di Natale porteranno a tutto il mondo un messaggio di speranza e pace che parte dalla Sicilia. I concerti, che a causa del Covid si svolgeranno a porte chiuse, saranno mandati in diretta streaming, e porteranno in giro le immagini degli splendidi mosaici che ricoprono le pareti del Duomo di Monreale insieme alla musica proposta dal Teatro Massimo di Palermo. Durante i concerti verranno mandate le immagini (riprese a distanza ravvicinata) degli straordinari mosaici di scuola bizantina che rivestono le pareti del Duomo e che hanno incantato i visitatori di tutto il mondo.«I due concerti in programma – dice l’assessore dei Beni culturali e dell’identità siciliana, Alberto Samonà, che ha fortemente sostenuto il progetto – vogliono essere il segnale di speranza e pace che parte dalla Sicilia in un momento di difficoltà che unisce il mondo in un’unica grande tensione. Il Duomo di Monreale, con gli splendidi mosaici bizantini e il Cristo pantocratore benedicente, è un luogo simbolico universalmente riconosciuto che parla, attraverso la bellezza sacra, al mondo intero. La musica, attraverso l’ascolto, apre alla scoperta del mistero. Duomo di Monreale e Teatro Massimo di Palermo, riconosciuto Tempio della musica, sono a livello simbolico, due grandissimi punti di riferimento della cultura siciliana a cui abbiamo affidato il nostro messaggio di auguri».I due eventi, programmati dall’arcidiocesi di Monreale in collaborazione con la Fondazione Teatro Massimo, sono stati inseriti tra le attività di valorizzazione, promozione e diffusione del patrimonio storico-artistico del Duomo e sostenute dall’assessorato attraverso il bando di valorizzazione dei beni Unesco.«Durante i due concerti in programma – dice monsignor Michele Pennisi arcivescovo di Monreale – saranno eseguiti canti gregoriani, tradizionali canti natalizi di grandi musicisti tra cui Mozart, Händel, Bach. L’ascolto di questi brani ci introdurrà al mistero del Natale che è la festa della manifestazione della bontà di Dio e della sua “filantropia”; che ci rivela Dio come Dio con noi e la dignità di ogni uomo e ogni donna che sono creati ad immagine e somiglianza di Dio a partire dal mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio. Per Papa Francesco <se la musica del Vangelo smette di vibrare nelle nostre viscere, avremo perso la gioia che scaturisce dalla compassione, la tenerezza che nasce dalla fiducia, la capacità della riconciliazione che trova la sua fonte nel saperci sempre perdonati-inviati. Se la musica del Vangelo smette di suonare nelle nostre case, nelle nostre piazze, nei luoghi di lavoro, nella politica e nell’economia, avremo spento la melodia che ci provocava a lottare per la dignità di ogni uomo e donna> (Fratelli tutti, n.277). Il Natale fonda quella che papa Francesco chiama “la mistica della fraternità».
Il programma prevede questa sera  alle 20 dalla navata centrale del Duomo, l’esibizione dell’Orchestra e del Coro del Teatro Massimo diretti dal Maestro Ciro Visco. Verranno proposti alcuni dei più grandi classici del vasto repertorio natalizio: da Adeste Fideles e Stille Nacht a White Christmas, all’Hallelujah di Georg Friedrich Händel. Il concerto vedrà la partecipazione, come solista, della giovane soprana palermitana, Federica Guida, entrata da poco a far parte dell’Ensemble di solisti della Staatsoper di Vienna e fresca di debutto al Teatro alla Scala di Milano.
Altri giovani talenti saranno i protagonisti del Concerto di sabato 19 dicembre dove, sempre alle 20 si esibirà la Massimo Youth Orchestra diretta dal Maestro Michele De Luca. La formazione giovanile del Teatro Massimo, che vede come solisti Denise De Luca e Simone Carollo al violino e Giuseppe D’Amato al violoncello, proporrà un programma con grandi composizioni barocche come il Concerto grosso per la notte di Natale di Arcangelo Corelli, la Suite per orchestra n. 3 di Bach e il Concerto per trombone alto e orchestra di Georg Christoph Wagenseil, dove Michele De Luca sarà anche il solista. Dopo l’Intermezzo del compositore palermitano Simone Piraino, in programma l’esecuzione di altri brani natalizi con A Christmas Festival di Leroy Anderson.Tra le iniziative finanziate vi è anche il restauro di sei matrici calcografiche incise da G. Lazzara per il testo di Del Giudice del 1702 della regia stamperia Epiro Palermo e di cinque paramenti sacri: due stole e tre pianete. Il tutto nella logica del rafforzamento della funzione culturale, storica e civica della Parrocchia Santa Maria Nuova – Basilica Cattedrale, che realizzerà anche un nuovo sistema di prenotazione online..Per assistere ai concerti occorre sintonizzarsi  sulla webTv del Teatro Massimo (www.teatromassimo.it)

https://youtu.be/U3n6peCmQ3Y

oppure  sulla pagina Fb dell’assessorato dei Beni culturali e dell’identità siciliana.

https://www.facebook.com/assessoratobci

 

PROGRAMMA DI QUESTA SERA
Direttore: Ciro Visco
Soprano: Federica Guida
Anonimo: Adeste Fideles
Franz Xaver Gruber: Stille nacht
Cesar Franck: Panis angelicus Johann
Sebastian Bach: Jesus bleibet meine Freude
Giulio Caccini: Ave Maria
Wolfgang Amadeus Mozart: Ave Verum Corpus
Anonimo: Gli angeli delle campagne
Wolfgang Amadeus Mozart: Laudate dominum
Irving Berlin: White Christmas
Carmine Giordano: Dormi, benigne Jesu
Georg Friedrich Händel: Hallelujah
Raffaele Cimmaruta: Ave Maria
Orchestra e Coro del Teatro Massimo

 

PROGRAMMA DI DOMANI SERA  ORE 20.00

Youth Orchestra al Duomo di Monreale
Direttore e solista: Michele De Luca
Arcangelo Corelli Concerto grosso per la notte di Natale
Violini Denise De Luca, Simone Carollo
Violoncello Giuseppe D’Amato
Johann Sebastian Bach Suite n. 3 in Re Maggiore BVW1068
Georg Christoph Wagenseil Concerto per trombone alto e orchestra
Trombone Michele De Luca
Simone Piraino Intermezzo
Leroy Anderson A Christmas Festival
Massimo Youth Orchestra