Con “Una rotonda sul mare” conquistò l’Italia

È morto il cantautore Fred Bongusto: l’artista è venuto a mancare a Roma la notte scorsa, alle 3,30. Con «Una rotonda sul mare», leggendaria canzone degli anni 60, conquistò il cuore degli italiani. Apprezzato fin dall’inizio per la sua voce elegante e sensuale, le sue canzoni sono state hit immancabili per oltre vent’anni nei night, nelle balere e nei piano bar non solo in Italia, aveva compiuto 84 anni il 6 aprile scorso (era nato a Campobasso e all’anagrafe era registrato come Alfredo Antonio Carlo Buongusto) e da qualche tempo era malato.

Fred Bongusto, il cantante melodico che fece ballare l’Italia negli anni del boom, è stato uno dei simboli di un modo di cantare e di un’Italia che non esistono più.  Il suo stile viene definito «cantante confidenziale».
Una rotonda sul mare», è stata una di quelle canzoni che riesce a fotografare in modo perfetto l’atmosfera dell’Italia del Boom, dei 45 giri e dei juke box.

Bongusto a raggiunto la popolarità quasi all’inizio della carriera, all’alba degli anni ’60, con «Doce Doce», lato b (a proposito di 45 giri) del suo esordio «Bella bellissima». Basta citare quel gioiellino di ironia scritto con Franco Migliacci di «Spaghetti a Detroit» (spaghetti pollo insalatina e una tazzina di caffé a malapena riesco a mandar giù …) oppure «Malaga», «Frida», «Tre settimane da raccontare», «Amore fermati», «La mia estate con te» che sono i titoli grazie ai quali ha raggiunto il grande successo e si è guadagnato un posto nella storia della nostra canzone.