Le Vie dei Tesori 2018 – I luoghi da visitare a Trapani

Torri, palazzi, chiese, cappelle, biblioteche, l’antico ghetto

A Trapani debuttano Le Vie dei Tesori

Tre weekend per scoprire la città, diciannove luoghi a 1 euro

Passeggiate e visite con degustazione

14 >16 settembre | 21 > 23 settembre | 28 >30 settembre

L’anno scorso è stato un progetto pilota: estendere a quattro città siciliane, la meravigliosa ricchezza de Le Vie dei Tesori, il Festival che da dodici anni apre e racconta decine e decine di siti inediti a Palermo, trasformando la città in un unico museo diffuso, visitabile con un unico coupon. Messina, Caltanissetta, Siracusa, Agrigento hanno risposto in maniera straordinaria.  Quest’anno si replica, e il Festival trasforma la Sicilia in un unico museo diffuso accogliendo Trapani, Ragusa, Modica, Scicli, tutte nei weekend tra il 14 e il 30 settembre; poi i tradizionali 5 weekend a Palermo (dal 5 ottobre al 4 novembre), infine Catania (dal 19 ottobre al 4 novembre). E un nuovo progetto-pilota, stavolta in Nord Italia.

Trapani, dunque, ha deciso di partecipare all’avventura e vara la sua prima edizione de Le Vie dei Tesori, con l’aiuto della Diocesi e l’organizzazione logistica dell’associazione Agorà, formata da giovani trapanesi che hanno voluto impegnarsi per il bene della loro città. Diciannove siti, per iniziare, soprattutto chiese, ma anche torri, palazzi, cappelle, biblioteche segrete, sulle tracce dell’antico ghetto. Tutti ad 1 euro.

Le Vie dei Tesori 2018 scarica il programma

Le Vie dei Tesori 2018Le Vie dei Tesori anticipano un percorso e una strategia che come comune e come comprensorio stiamo cercando di avviare per far crescere la città” spiega il sindaco Giacomo Tranchida mentre per monsignor Gaspare Gruppuso, in rappresentanza della diocesi, “è importante che ci si riappropri delle radici, della città e della sua bellezza”. Luigi Biondo, direttore del polo museale, sottolinea come “sia bello suscitare stupore nei giovani che vengono a scoprire la bellezza della loro città. Questo stupore dobbiamo coltivarlo”. “Questa iniziativa può colpire nel segno se ha l’apporto di tutti e ognuno cede qualcosa per il bene comune – ha spiegato Marcello Barbaro, vicepresidente dell’associazione Vie dei Tesori, presentando la costola trapanese del festival.

Sarà una vera immersione nella storia della città, dalle origini al Medioevo e all’età del Barocco fino ai giorni nostri: passando soprattutto per le chiese – sono tredici quelle da visitare e su quasi tutte ha lasciato la sua impronta l’architetto trapanese Giovanni Biagio Amico, sepolto alle Anime Sante del Purgatorio – per raggiungere poi l’antica Vicaria, oggi museo d’arte moderna e contemporanea la Salerniana e il Museo San Rocco, alle falde di Erice; passare sotto gli archi barocchi di palazzo Riccio di San Gioacchino e giungere tra gli arredi liberty di palazzo Adragna; e chiudere con le tre torri a guardia della città: dalla trecentesca Giudecca alla Colombaiarecuperata da Carlo V, e Ligny, dalla cui terrazza si scorgono le Egadi. Un passo indietro per ritrovare le chiese: conchiglie e frutti sorgono tra gli stucchi della Cappella della Mortificazione, marmi mischi e stucchi sia alCollegio dei Gesuiti che alla Badia Nuova, candidi capitelli, intrecci, fiori e foglie all’Immacolata Concezione che nasconde uno splendido abside scenografico. Le leggende dei crocifissi: si narra che quello di Santa Maria dell’Itria rivestito in guscio di tartaruga sia rimasto al suo posto proprio per volere del Cristo in croce; e al crocifisso di San Domenico sono stati attribuiti diversi miracoli. San Pietro, invece, fa storia a sé: è l’unica chiesa a cinque navate e custodisce l’organo più complesso d’Europa, costruito nella prima metà dell’ ‘800.

VISITE D’AUTORE CON DEGUSTAZIONE. In collaborazione con Planeta, sono state organizzate anche due visite guidate d’autore con degustazione di vini: due venerdì, il 21 settembre alle 19 alla Salerniana e il 28 settembre al Museo San Rocco. Con contributo di 7 euro. Vanno prenotate sul sito www.leviedeitesori.it.

UNA PASSEGGIATA alla scoperta di Misteri e leggende di Trapani.

Solo su prenotazione su www.leviedeitesori.it

Trapani è legata a una mitologia fittissima che inizia con la sua nascita: si dice che Cerere, dea del grano, perse una falce mentre percorreva la Sicilia su un carro alato alla ricerca della figlia Proserpina, rapita da Plutone. La passeggiata guidata da Luigi Biondo, architetto e direttore del Polo regionale per i siti culturali della provincia, parte proprio dalle origini della città per poi proseguire nel Medioevo e nell’età del Barocco fino ai giorni nostri. Il tour comincia dalla Torre di Ligny e si conclude a Palazzo Ciambra. In mezzo si scopriranno leggende, simboli magici, segreti dell’antico quartiere ebraico.

Domenica 16 e 30 settembre alle 10 | Durata: 2 ore | Raduno: Torre di Ligny,  Partecipanti: 50 | Contributo: 5 euro

Il Festival Le Vie dei Tesori è supportato dagli Assessorati Regionali al Turismo e ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana; è stato inserito nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. E’ parte integrante del programma di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, sin dalla presentazione del dossier di candidatura, ed è partner di Manifesta12.

Nel 2016 e nel 2017 il Festival ha ricevuto le medaglia di rappresentanza della Presidenza della Repubblica oltre che il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il patrocinio del Senato della Repubblica, il patrocinio della Camera dei Deputati. Quest’anno ha avuto la medaglia di rappresentanza del Senato della Repubblica.

 

COME PARTECIPARE a LE VIE DEI TESORI

Tutti i coupon si trovano online sul sito www.leviedeitesori.it

10 visite 10 euro | 4 visite 5 euro | 1 visita 2 euro

HUB. I coupon da 10 e da 5 euro si possono acquistare anche nei due HUB presso gli infopoint di via Garibaldi e di via Torrearsa; mentre in tutti gli altri luoghi sono disponibili solo i  coupon singoli da 2 euro.

Info: 091 842 01 04, tutti i giorni dalle 10 alle 18

 

Per le visite nei luoghi non occorre prenotare. Basta acquisire il coupon per l’ingresso con visita guidata sul sito www.leviedeitesori.it e presentarsi all’ingresso dei luoghi. Un coupon da 10 euro è valido per 10 visite; un coupon da 5 euro è valido per 4 visite, un coupon da 2 euro è valido per un singolo ingresso a scelta.

A tutti coloro che acquisiranno i coupon verrà inviata una mail con un tagliando dotato di un codice QR. La pagina contenente il codice dovrà essere stampata e mostrata all’ingresso dei luoghi. Chi vorrà, potrà fare a meno di stamparla e mostrarla sul proprio smartphone o tablet.

Il coupon da 10 o 4 visite non è personale. È possibile quindi stamparlo in più copie, in modo che possa essere utilizzato contemporaneamente da più persone in diversi luoghi, fino a esaurimento del suo valore. Per chi è sprovvisto del coupon elettronico saranno disponibili nei diversi luoghi, soltanto ticket da 2 euro. Le scuole che volessero stabilire data e orario della visita, possono scrivere a [email protected]

Le Vie dei Tesori 2018 – I luoghi da visitare a Trapani 2018-09-11T21:41:39+00:00 Alessandro