Nell’ ambito di una più ampia attività finalizzata alla repressione dei reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti organizzata dalla compagnia di Mazara del Vallo, nei giorni nscorsi , i Carabinieri hanno rinvenuto di 21 piante di cannabis coltivate illegalmente e arrestato due persone sorpresi mentre si apprestavano ad irrigare una piantagione abilmente occultata. In particolare i militari, mentre perlustravano le campagne di c.da Latomie, si sono imbattuti in una piccola apertura ricavata all’interno di un canneto che, attraverso uno stretto corridoio realizzato all’interno della vegetazione spontanea che costeggia un canale di irrigazione, portava ad uno spiazzo in cui erano state piantate, curate e ben nascoste 12 piante di cannabis in pieno stato vegetativo. La coltivazione, realizzata in maniera da massimizzare la produzione vegetativa mediante la concimazione e l’impianto di irrigazione realizzato in loco, risultava assolutamente invisibile ai passanti, essendo peraltro situata in zona particolarmente impervia. A quel punto i militari hanno organizzato un servizio di osservazione culminato con l’arresto di Antonio Tripoli 39 anni e Francesco Licata cl.75 entrambi residenti a Mazara del Vallo, che sono stati colti nell’atto di approntare il materiale per l’irrigazione. Le perquisizioni domiciliari hanno portato successivamente al rinvenimento di ulteriori 9 piante presso l’abitazione di TRIPOLI, che aveva realizzato una seconda piantagione nel suo giardino, nascosta da un alto muro di recinzione. I due uomini sono stati quindi sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa del giudizio con rito direttissimo.

     

Piantagione di droga scoperta a Mazara del Vallo 2018-08-06T12:14:45+00:00 Giuseppe Noto