Mese: Luglio 2018

Cinisi: avviata la stabilizzazione di 52 precari in servizio al Comune

Si conclude oggi, per le 52 unità di personale precario cui si è avvalso il Comune di Cinisi da circa trentanni, un vero e proprio incubo.Oggi l’Amministrazione Comunale di Cinisi , guidata da Giangiacomo Palazzolo, in adempimento alle Leggi regionali 27/2016 e dei parametri fissati dal D.Lgs 75/2017, rispetta i propri impegni in materia di stabilizzazione e di superamento del precariato, perseguendo i propri fini istituzionali, attraverso l’adozione del Programma, rimodulando e approvando la Nuova Dotazione Organica del Comune, e approvando il Piano Triennale del Fabbisogno del personale. Si legge nella odierna deliberazione di Giunta che 52 lavoratori precari potranno essere assunti con le procedure ordinarie Inoltre prevista la stabilizzazione di n. 2 soggetti LSU; per gli stessi sarà previsto l’utilizzo delle ordinarie quote di capacità assunzionali previste da turn over, a partire dall’anno 2019. La odierna deliberazione di Giunta costituisce uno degli atti politici più importanti dell’Ammnistrazione di Giangiacomo Palazzolo; una promessa reiterata ad ogni ingresso di nuova Amministrazione e che oggi, a otto mesi dalla conclusione del mandato di Giangiacomo Palazzolo, viene onorata. Grande soddisfazione da parte di Sindaco, Assessori e Consiglieri di Maggioranza presenti al momento deliberativo insieme al personale...

Read More

Sfruttamento immigrati , l’avv. Ilenia Bacchi: “i miei assistiti estranei ai fatti contestati”

L’avvocato Ilenia Bacchi in merito all’inchiesta della procura su un possibile sfruttamento di stranieri minori non accompagnati , ieri sera ha diffuso una nota nella cui si legge: “Relativamente all’informazione di garanzia ricevuta in data odierna ai signori Pietro Lo Baido, 82 anni, Francesco Lo Baido, 36 anni e Giuseppe Mario Di Bella, 64 anni, dichiarano di essere totalmente estranei ai fatti contestati e che avranno modo, nelle opportune sedi e nei modi di legge, di chiarire la loro posizione in merito” “Precisano, altresì, – continua l’avvocato Sbacchi – di non avere mai sfruttato il lavoro altrui, né tantomeno quello minorile, di essere consapevoli di quelli che sono i diritti dei lavoratori e soprattutto di avere profondo rispetto dei valori di solidarietà e di tutela della dignità dell’essere umano – aggiunge il legale – Gli stessi non hanno mai costretto alcuno a svolgere attività lavorativa che abbia comportato rischi per la salute ovvero che abbia compromesso e/o minato il benessere psicofisico della persona e che sono ben consapevoli di quelli che sono i diritti fondamentali dell’essere umano. Attendono di conoscere più dettagliatamente gli elementi di accusa e- pur nel rispetto dell’operato della magistratura e nella piena e assoluta fiducia negli organi di giustizia – si riservano di provare nelle sedi di competenza la loro estraneità ai fatti che hanno dato origine alla predetta informazione di...

Read More

La Guardia di Finanza sequestra 45 chili di sigarette di contrabbando

In due distinte operazioni di servizio, i finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Palermo e della Compagnia di Bagheria hanno complessivamente sequestrato circa 45 Kg. di sigarette di contrabbando e il profitto delle vendite effettuate sino a quel momento, circa 600 euro. In particolare, i “baschi verdi” del Gruppo Pronto Impiego di Palermo, nel corso di un’attività di controllo in una via del popolare mercato “Ballarò” hanno notato un soggetto esporre su una bancarella improvvisata sigarette risultate essere di contrabbando, destinate alla vendita, per complessivi 7 Kg. Grazie all’ausilio dell’unità cinofila anticontrabbando T.L.E., atteso che dall’androne di un palazzo nelle immediate adiacenze della bancarella il cane aveva segnalato la presenza di tabacco, i finanzieri hanno esteso il controllo del citalo locale rinvenendo ulteriori 17 Kg. di sigarette di contrabbando. Le sigarette sono state sequestrate e il responsabile, un palermitano di 28 anni, è stato immediatamente tratto in arresto e, giudicato per direttissima, posto agli arresti domiciliari. I finanzieri della Compagnia di Bagheria hanno invece operato congiuntamente agli agenti del Commissariato di Polizia e proceduto al sequestro di circa 20 Kg di sigarette di contrabbando nei confronti di un soggetto intento nella vendita dei tabacchi. Le sigarette sono state sequestrate e il responsabile, un 50enne palermitano residente a Bagheria, su disposizione del Magistrato di turno è stato tratto in arresto, in attesa di essere...

Read More

Borgetto. Caporalato e sfruttamento di minori stranieri

Utilizzavano i minori migranti ospiti nella comunità di Borgetto e li avrebbero sfruttati nei campi e nelle pizzerie della zona. Il gip del Tribunale di Palermo Guglielmo Ferdinando Nicastro ha firmato otto misure che impongono l’interdizione dall’esercizio di attività nel settore alberghiero e della ristorazione, nel settore delle attività agricole e nel settore delle attività di accoglienza dei minori. I provvedimenti sono stati notificati a Vincenzo Alduina, residente a Borgetto, 49 anni, titolare della pizzeria La Sorgente di Borgetto. Giuseppe Criminisi, 37 anni, nato ad Agrigento residente a Palermo, psicologo responsabile della Comunità New River, Giuseppe Mario Di Bella, 55 anni agricoltore di Partinico, Francesco Lo Baido, 37 anni, agricoltore di Partinico, Pietro Lo Baido, 82 anni, agricoltore Partinico, Antonino Lombardo, 79 anni, titolare dell’immobile dove si trova la comunità New River, Maria Teresa Lombardo, 51 anni, titolare della pizzeria News River, Carmelo Meli, 42 anni, amministratore della cooperativa Esse Quadro. L’attività investigativa prende spunto da una segnalazione fatta a personale della Sezione di P.G. della Polizia di Stato in servizio presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo, sulle precarie e disagiate condizioni di vita in cui versavano alcuni minori stranieri non accompagnati, ospiti della comunità “New River di Borgetto (Pa), gestita dalla Cooperativa Sociale EsseQuadro, con sede in Dicomanno (FI), avente sede operativa in San Giuseppe Jato (PA), e rappresentata e amministrata...

Read More

Partinico: immigrato picchiato, la solidarietà della chiesa

immigrato picchiato: In questi giorni a Partinico due fatti di violenza: un omicidio e un’aggressione ad un giovane senegalese. Episodi che denotano disprezzo e la violazione della sacralità della persona creata ad immagine e somiglianza di Dio e l’inviolabilità della vita umana. La Chiesa Monrealese nel porgere la solidarietà al giovane vittima dell’odio razziale, condanna fermamente quanto è indegno di un popolo che si professa cristiano. L’Arcivescovo Mons. Michele Pennisi in una nota esprime ” la solidarietà nei confronti di questo nostro fratello senegalese che è stato aggredito e allo stesso tempo condanno fermamente questo gesto di razzismo e xenofobia. L’atteggiamento dei cristiani, degli uomini e delle donne di buona volontà in Sicilia è generalmente caratterizzato da uno stile di accoglienza e di integrazione nel territorio e nella nostra cultura.Il nostro compito di cristiani, infatti, è quello dell’accoglienza, del prendersi cura vincendo il muro dell’indifferenza, sullo stile del Buon samaritano. Siamo chiamati a farci prossimo degli altri, chiunque egli sia, da qualsiasi parte arrivi, qualsiasi problema porti, qualsiasi sia la difficoltà. Siamo chiamati a fare sempre il primo passo mossi dalla misericordia, per guardare in chiunque bussa alla nostra porta i tratti di Gesù che ha detto: «Ero straniero e mi avete accolto» (Mt 25,35).Sono fermamente convinto che sia necessaria una rivoluzione culturale: bisogna lavorare moltissimo sull’educazione, sulla cultura dell’incontro, prima ancora del semplice accogliere, oggi è fondamentale creare...

Read More

ASCOLTA LA RADIO

MEDIA PARTNER

Italpress

Jcom

CC LA TORRE

Centro Metereologico Siciliano

Iscriviti alla Newsletter

[wysija_form id="1"]