(ANSA) – PALERMO, 3 FEB – Guide e accompagnatori turistici sono due figure professionali diverse e non possono essere equiparate. Lo dice una sentenza del Cga, che riguarda la controversia aperta da un centinaio di accompagnatori turistici contro l’assessorato regionale al Turismo che aveva negato loro la possibilità di svolgere l’attività di guida senza aver superato l’abilitazione. La pronuncia del Consiglio di giustizia amministrativa stabilisce, in ragione del diritto interno e dell’Unione Europea, che le figure professionali di guida turistica e di accompagnatore turistico sono e restano ben distinte. “Si tratta di una sentenza importante destinata a fare giurisprudenza in un settore per cui da anni si attende una riforma in grado di mettere ordine e garantire diritti non solo ai professionisti del settore ma ai consumatori che devono avere certezza sulle competenze di chi li guida alla scoperta di un territorio”, afferma Corinna Scaletta presidente di Federagit Confesercenti Sicilia.