Scoppia la pace dentro la coalizione di centrodestra dopo due giorni di burrasca avviata dallos top imposto da Noi con L’italia. I centristi si erano defilati a causa dell’offerta di soli 13 collegi sicuri. una cifra troppo bassa a frotne della quale Cesa e Fitto avevano detto chiaramente di essere disponibili a correre da soli.

Sul piatto c’erano le candidature anche di tutti i big in Sicilia e iniziare dagli assessori del governo Musumecicon il rischio di conseguenze sulla maggioranza siciliana. Di fatto l’area centrale della coalizione era sicura di ottenere 13 collegi anche corredno da sole, e forse anche di più.

C’era poi il tema della mancanza di rispetto per la formazione politica mai inviatat al tavolo con glia ltri tre alleati e incontrata da berlusconi sempre da sola.

Dopo una intera giornata di trattative, quella di ieri, e una difficile mattina nella giornata di oggi l’accordo è arrivato anche se mancano ancora i dettagli. “Siamo vicini all’accordo risolvendo positivamente i nodi tra Udc-Noi con l’Italia e gli altri membri della coalizione del centrodestra. Siamo in dirittura d’arrivo” si legge in una nota congiunta del presidente Lorenzo Cesa e del capo della formazione politica di Noi con L’Italia Raffaele Fitto.

Adesso mancano gli estremi di questo accordo che si sta mettendo a punto in queste ore

Torna il sereno nel centrodestra ultima modifica: 2018-01-18T12:40:53+00:00 da Alessandro