Sequestrato un terreno agricolo a Sferracavallo dove sono stati trovati 61 cani. I carabinieri forestali del Centro anticrimine natura e i veterinari dell’Asp hanno messo i sigilli in un’area che si trova in via Emanuele Palazzotto e che, secondo quanto accertato dai militari, era sprovvisto di autorizzazioni. Pronta la difesa della responsabile, la 46enne Rita Greco: “Non è un canile ma un terreno privato dove tengo i miei venti cani e dove consento a qualche amico volontario di portare qualche animale in attesa delle adozioni”.

Nell’area in questione si contano diversi box in legno creati per proteggere gli animali dalle intemperie. Al termine degli accertamenti i carabinieri forestali, che hanno trovato i microchip sottopelle in tutti gli esemplari, hanno multato la donna con due sanzioni da 5.597 euro: una per la mancanza di autorizzazioni e l’altra per la detenzione di farmaci senza registro. “Avevo appena quattro confezioni tra antibiotici e altro – spiega a PalermoToday – che tengo per le emergenze, ma non può certo considerarsi una scorta”. Saranno effettuati ulteriori accertamenti sia sotto il profilo penale sia sotto quello fiscale.

Sferracavallo, sessantuno cani in un terreno privato: area sequestrata 2018-01-16T12:31:13+00:00 Alessandro