La Rap si dedicata al percorso Unesco: Da oggi in azione una ulteriore squadra della Rap per il monitoraggio e il prelievo degli ingombranti ricadenti nelle vie dove insistono i monumenti del percorso Unesco. A darne notizia il presidente della Rap Sergio Vizzini.

“Continua il lavoro della Rap per il ritiro degli ingombranti per strada e la rimozione delle discariche abusive – sottolinea -. La circostanza in aggiunta alle 8 squadre già in campo giornalmente per questo servizio all’interno del perimetro cittadino che si occupano del servizio di ritiro a domicilio e della rimozione dei rifiuti su strada. Il servizio di che trattasi sarà garantito almeno una volta a settimana intervenendo se necessario anche su specifiche segnalazioni”.

La Rap si dedicata al percorso Unesco

Le vie interessate al monitoraggio al fine di tutelare il decoro urbano: Corso Vittorio Emanuele, via Maqueda, corso Tukory, corso Re Ruggero, piazza Indipendenza, via del Bastione, piazza Vittoria, via M. Bonello, via Papireto, corso A. Amedeo, corso Pisani, via Colonna Rotta, via Dossuna, piazza Ingastone, via S. Pellico, via Zisa, via M. Piazza, piazza P.pe di Camporeale, via Guglielmo il Buono, via Whitaker, via degli Emiri, via dei Normanni, via Lascaris, corso Calatafimi nonché i monumenti ricadenti nel percorso Unesco come Palazzo Reale, Cappella Palatina, Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio (detta Chiesa della Martorana e Concattedrale dell’Eparchia di Piana degli Albanesi, Chiesa di San Cataldo, Cattedrale di Palermo, Palazzo della Zisa, Ponte dell’Ammiraglio.

“Nell’ultimo trimestre del 2017 si è dato un impulso considerevole alla gestione degli ingombranti e RAEE, con riferimento ad una precisa indicazione dell’Amministrazione comunale. Da una riorganizzazione del servizio, utilizzando criteri di efficienza, si è riusciti ad incrementare notevolmente l’attività – continua Vizzini – fino a raddoppiare il quantitativo di ingombranti prelevati su strada, ottenendo, degli importanti risultati riducendo i tempi di attesa che oggi sono di dieci giorni sulle segnalazione pervenute tramite app o urp aziendale e di appena sette giorni per il ritiro domiciliare gratuito”.

Nel 2017 sono stati raccolti e conferiti a piattaforme di recupero 392.018 ingombranti e RAEE (32.668 media mese), secondo la seguente distribuzione: 45.962 (3.830 media mese) da utenza domestica, pari al 11,72%, 164.720 (13.727 media mese) da postazioni mobili, pari al 42,02%, 181.336 (15.111 media mese) da strada (ingombranti illecitamente abbandonati), pari al 46,26%.

Nella prima decade di gennaio, la Rap ha prelevato oltre 3700 pezzi di ingombranti di cui 1032 nella sola prima circoscrizione.

La Rap si dedicata al percorso Unesco 2018-01-14T15:53:03+00:00 Alessandro