Avevano deciso di arrostire della carne per la notte di Capodanno ma il vento li ha “costretti” a portare il barbecue dentro casa. Così una famiglia di Carini ha rischiato di morire per un’intossicazione da monossido di carbonio. Fondamentale l’intervento dei sanitari del 118 e del personale medico dell’ospedale di Partinico.

Le ambulanze sono arrivate per soccorrere i genitori, di 50 e 40 anni, i tre figli e il genero, e trasferirli successivamente al Civico. A salvarli il trattamento in camera iperbarica: “Abbiamo evitato una tragedia – spiega Vincenzo Provenzano, dirigente medico dell’ospedale di Partinico – grazie al tempestivo intervento dei medici del pronto soccorso. Le condizioni non sono adesso preoccupanti. Presto sia i due adulti che i ragazzi potranno essere dimessi”.

Carini, barbecue dentro casa per la notte di Capodanno: famiglia resta intossicata 2018-01-01T17:30:40+00:00 Alessandro