Un ex mezzofondista di Altofonte, due volte campione europeo e vicecampione sui diecimila metri a Seul ’88, per festeggiare i 70 anni del Cus Palermo. Si è svolta ieri al PalaCus di via Altofonte la cerimonia finale che ha visto tra i partecipanti tutte le sezioni della polisportiva, riunite per rendere omaggio a una lunga storia di successi iniziata nel 1947.

A fare gli onori di casa il presidente del Cus Palermo, Rosolino Siculiana, affiancato dal professor Michele Bevilacqua e dal consiglio direttivo. In rappresentanza del Coni è intervenuto l’avvocato Giuseppe Canzone. Oltre ai talenti emergenti di tutte le sezioni “cussine” e i tecnici che hanno firmato in quest’anno solare le promozioni con conseguente salto di categoria, sono state premiate le icone giallorossonere: su tutte Salvatore Antibo, emozionato per l’occasione, Simona La Mantia, neomamma già tornata ad allenarsi e Maria Tranchina, capitano della formazione dello storico scudetto del 1995.

“Dal nuoto alla pallanuoto, passando per il calcio, il futsal, la pallamano e il canottaggio, l’intera società – si legge in una nota – ha così chiuso al meglio un anno che, oltre ad essere stato ricco di eventi e celebrazioni, ha portato con se tante vittorie, convocazioni azzurre nell’atletica leggera e una costante crescita nel rapporto tra la struttura e la cittadinanza”. (Fonte: Ufficio stampa Cus Palermo)

Il Cus Palermo “spegne” 70 candeline: tra i presenti Antibo, ex vicecampione di Seul ’88 2017-12-23T11:57:53+00:00 Alessandro