Furto di rame all’Addaura, l’Ispra resta al buio. Sono almeno nove i tombini che qualcuno ha scoperchiato nella notte nei pressi di via Agostino Barbarigo, al Roosevelt, strappando via decine di cavi e creando grossi disagi ai ricercatori e ai responsabili dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale. Sul posto, in attesa della denuncia in commissariato, è arrivata una volante di polizia per constatare il danno.

Sembrerebbe che i ladri abbiano colpito prima nel vicino campo di calcio e dopo aver tagliato la recinzione si sarebbero spostati nell’istituto di ricerca, dove hanno sollevato cinque tombini per poi completare il lavoro. Un danno non da poco che ha costretto chi lavora nell’istituto a trovare soluzioni alternative per salvare i campioni custoditi nelle celle frigo.

Dopo questo secondo furto, avvenuto a distanza di pochi mesi da un episodio analogo, ci potrebbero volere settimane per ripristinare gli impianti e riportare l’elettricità all’Ispra. Si rischia dunque che le attività restino bloccate fino alla Befana. “La zona – spiega uno dei ricercatori – è in totale stato di abbandono. Non si fa manutenzione sull’illuminazione pubblica e questo crea terreno fertili per ladri e scippatori”.

Furto di rame all’Addaura, istituto di ricerca al buio: attività a rischio fino alla Befana 2017-12-11T07:48:41+00:00 Alessandro