Termina la prima moderata fase fredda che ha interessato questi giorni la nostra isola grazie alla spinta di un campo di alta pressione che ci sta regalando, specie nella giornata odierna, tanto sole e temperature diurne in aumento seppur con inversioni termiche notturne localmente marcate.

Analisi

L’alta pressione riuscirà ad influenzare anche il giorno dell’Immacolata con la pressione che risulterà ben livellata e su valori elevati (fino a 1031-1032 hPa). La sua permanenza tuttavia è destinata a durare poco, infatti da venerdì l’ingresso di una saccatura colma di aria artica entrerà agevolmente sul nord-Italia favorendo la genesi di un fronte perturbato che costringerà l’anticiclone ad arroccarsi sul nostro meridione e sulla Sicilia. Di conseguenza sulla nostra isola registreremo un aumento della nuvolosità con qualche debole ed isolato fenomeno ma non mancheranno gli spazi soleggiati. Addentrandoci nel weekend l’aria artica avrà ormai raggiunto anche il centro-sud con un picco del freddo che si avrà nella prima metà della giornata di domenica dove temperature prossime ai -2/-3°C a quota circa 1500 metri interesseranno parte della fascia tirrenica della nostra isola, mentre sulle restanti aree ci attesteremo su valori compresi fra -1°C e -2°C.

Capitolo piogge: non mancheranno le piogge nella giornata di sabato, tuttavia nel clou della fase fredda la mancanza di un impianto solido in quota garantirà solo una spiccata variabilità sul settore tirrenico con fenomeni discontinui e generalmente di debole intensità o localmente moderata.

Le previsioni per il lungo weekend

Venerdì 8 dicembre: avremo condizioni di cielo parzialmente o irregolarmente nuvoloso con nuvolosità in graduale aumento dal pomeriggio specie sul settore centro-meridionale dove saranno possibili deboli piogge. I venti si disporranno da Libeccio e saranno in graduale intensificazione. I mari risulteranno poco mossi ma con moto ondoso in aumento in serata. Temperature in lieve calo.

Sabato 9 dicembre: Peggiora al mattino su trapanese, palermitano, agrigentino e messinese con piogge in genere moderate. Altrove avremo solo molte nubi con fenomeni sporadici. Dal pomeriggio l’instabilità si manterrà sulla fascia tirrenica specie sulle Madonie e sui Nebrodi con deboli piogge alternate a schiarite. Neve sopra i 1000-1100 metri in serata. I venti soffieranno sostenuti o forti di Maestrale mentre i mari risulteranno molto mossi o agitati. Temperature in calo.

Domenica 10 dicembre: Molte nubi e spiccata variabilità al mattino su trapanese, palermitano e messinese con possibili piogge in genere deboli (localmente moderate sul messinese); altrove molte nubi e asciutto. Dal pomeriggio-sera rapido cambio delle correnti che spazzeranno via l’instabilità dal settore tirrenico apportando tuttavia nuova nuvolosità sul settore meridionale dove saranno possibili piogge fra il debole e il moderato. Quota neve al mattino sopra gli 800-900 metri e in rapida risalita entro sera fino a i 1200-1300 metri. I venti saranno sostenuti o forti di Maestrale fino al primo pomeriggio, poi brusca rotazione ed intensificazione delle correnti che si disporranno a Libeccio. Mari molto mossi o agitati. Temperature in calo al mattino con freddo pungente, in rialzo dal pomeriggio.

Meteo, affondo artico in arrivo: le previsioni per il weekend dell’Immacolata 2017-12-08T07:09:18+00:00 Alessandro