Jain: la sua “Come” è già un tormentone

Jain è una delle rivelazioni del momento e la sua “Come” è entrata di prepotenza nella classifica dell’airplay radiofonico. Il 22 aprile arriverà su supporto fisico il suo primo album, intitolato “Zanaka” che nella lingua ufficiale del Madagascar, il malgascio, significa “bambino”.

Jain è nata a Tolosa e ha 24 anni, ma ha vissuto in paesi come Congo, Dubai e Abu Dhabi seguendo la carriera militare del padre. Questo ha influenzato le melodie, il suo modo di scrivere e il suo percorso musicale, che ha avuto inizio in Africa. Proprio qui ha scelto il suo nome d’arte, Jain.

“Rimasi colpita dalla frase “Non Essere Deluso Se Perdi E Non Essere Orgoglioso Se Vinci”. E’ una citazione presa dalla religione jainista e da qui ho scelto di chiamarmi Jain, lo trovo molto bello, suona bene e questa frase mi ha aiutato a capire che non avevo nulla da perdere mostrando alle persone quello che facevo” ha raccontato a proposito della scelta del suo nome d’arte.
Jain è cantautrice e musicista: suona la batteria, le percussioni arabe e medio orientali.

E’ cresciuta ascoltando Janis Joplin, Otis Reding, Bob Marley, The Beatles, Miriam Makeba, oltre a Nina Simone, Ella Fitzgerald, ha poi ha iniziato ad ascoltare hip-hop: Wu Tang Clan, The Fugees, Eminem e anche molti cantanti africani.

Jain: la sua “Come” è già un tormentone

In “Zanaka” Jain racconta storie cariche di ottimismo: è un disco solare, che parla di relazioni interpersonali.
“Vivere da emigrato significa girare molto, perdere molto, incontrare tante persone e lasciarne altrettante. Questi sono i temi di questo album” dice Jain.

“Come”, brano dal video molto divertente, può contare oltre 12 milioni di visualizzazioni e su Spotify, una delle maggiori piattaforme streaming musicali, quasi 10 milioni di stream. “Come” è stata scritta in Congo ed è rivolta agli amici che hanno lasciato il paese.

Jain: la sua “Come” è già un tormentone 2016-04-05T16:10:06+00:00 Alessandro